Battezzata la prima bambina di Lipari a cui è stato imposto il nome di Florenzia

Sabato 30 maggio nella Messa delle 19 a San Pietro, la Chiesa di Lipari ha vissuto un momento di particolare commozione per il battesimo della prima bambina nelle isole Eolie a cui è stato imposto il nome di Florenzia in memoria di Madre Florenzia Profilio. Suor Teresa, la Superiora della casa di Lipari delle Suore Francescane dell’Immacolata Concezione di Lipari, all’inizio della S. Messa, ha rivolto un saluto ai genitori Giuseppe e Tiziana Cincotta: “Le Suore Francescane dell’immacolata Concezione di Lipari desiderano in questo momento di intensa gioia porgere affettuosi auguri alla famiglia e alla piccola Florenzia che oggi festeggia il Battesimo, momento importante della vita che segna il nostro essere figli di Dio. Desideriamo affidare la piccola Florenzia alla nostra Madre Fondatrice che, con il nome di Suor Florenzia ha interamente consacrato la sua vita al servizio di Dio e dei fratelli. E’ bello pensare che una bimba liparese, oggi porti il nome della serva di Dio Madre Florenzia Profilio che con la vita e le virtù eroiche delle opere è entrata nella storia della Chiesa e , proprio in questi giorni, si è aperto il processo di canonizzazione e tutti noi speriamo di poterLa vedere agli onori dell’Altare.

Quale auguro migliore possiamo rivolgere alla piccola Florenzia se non di continuare nel tempo e, nelal storia della nostra Lipari, il Bene e la Pace francescana che Madre Florenzia ha saputo diffondere in ogni luogo e avere amore costante per ogni creatura, soprattutto se povera!.

Auguri piccola Florenzia, auguri perché tu possa realizzare ogni tuo sogno, auguri perché tu possa avere la forza, la costanza, la generosità, l’accoglienza per i più deboli come Madre Florenzia, che tu possa essere  uno straordinario strumento della Provvidenza e, come Madre Florenzia, segnare la storia della tua vita con i grandi ideali cristiani”.

Nell’omelia della Messa mons. Gaetano Sardella rifacendosi alle letture domenicali ha sottolineato l’importanza del battesimo nella vita del cristiano e come l’abitino bianco che viene consegnato ai genitori è un impegno per genitori e padrini prima e poi per la bambina quando diventerà adulta di coltivare la propria fede e i propri valori sull’esempio grande di Florenzia.

Infine a conclusione della cerimonia di nuovo suor Teresa ha donato a nome delle Suore di Lipari alla piccola Florenzia “un ricordo semplice ma intessuto con il nostro affetto… abbiamo voluto ricamare il suo nome, a noi tanto caro, perché nel corso degli anni sappia che le figlie di Madre Florenzia Profilio, la ricordano con la gioia e la tenerezza di questo straordinario momento che stiamo vivendo insieme!!!”.