Sabato 2 maggio a S.Pietro di Lipari costituita la Banca della Preghiera

La superiora generale Madre Liliana Pagano annuncia la costituzione della Banca della Preghiera.

Sabato 2 maggio, nella chiesa parrocchiale di San Pietro, dinnanzi ad un folto gruppo di bambini della prima classe del catechismo Madre Liliana Pagano, superiora generale delle Suore francescane dell'Immacolata Concezione di Lipari, ha inaugurato la Banca della Preghiera a cui potranno partecipare bambini, ragazzi, i loro genitori ed anche adulti versando tutti i giorni una coroncina del Rosario. Ecco le parole con cui Madre Liliana ha inaugurato la Banca:

"Il mese di maggio è per eccellenza il mese mariano.

Madre Florenzia ha nutrito per la Madonna un amore particolare che l’ha accompagnata per tutta la sua vita e ha affidato il nostro Istituto di Suore Francescane alla Vergine Immacolata. Fedeli al suo Carisma e alle sue sapienti indicazioni, sempre abbiamo custodito questo prezioso impegno di amore e di devozione verso questa Madre tenerissima.

Con Madre Floriana, poi dal 2007, questa devozione ha avuto in queste isole una connotazione ed una espansione particolare con la diffusione dell’appellativo dato a questa nostra tenerissima Madre di “Maria, Madre dello Stupore” e la realizzazione dell’edicola a Pirrera che custodisce la singolare e preziosa effige, coniata per esprimere visibilmente tale appellativo.

Ogni anno si sono, da quella data, rinnovati i pellegrinaggi all’edicola e sempre allo scopo di diffondere la devozione alla Madonna la proposta di alimentare questo amore con la recita di una decina del Rosario.

Mi sembra bello, significativo e importante perciò che questa sera, all’inizio del mese mariano, a nome di tutte le suore francescane dell’Immacolata Concezione di Lipari, continuando in questo impegno di animazione, proporre una iniziativa nuova ed interessante, aperta a tutti: la Banca della preghiera.

L’adesione è libera, il guadagno personale assicurato, gli interessi altissimi e sicuri.

La sicurezza deriva dalla Persona intestataria della Banca: la Madre dello stupore.

L’impegno personale è versare giornalmente una decina di Ave.

Il conto corrente è aperto con la libera accettazione della corona e l’affidamento a questa Madre amorosa che vuole solo il bene dei suoi figli, il nostro unico bene e vuole portarci tutti a Gesù.

Vorrei per questo, ringraziando Padre Gaetano per questa opportunità, questa sera, davanti a questa icona, affidare alla Madre dello stupore tutte le famiglie qui presenti ( che faranno il loro versamento di Ave giornaliero per i figli) e chiedere a Lei di benedire questo cammino mariano, perché sia il cammino di tutte le famiglie, cammino benedetto dalla presenza giornaliera della Madre di Dio, Madre dello stupore, e per  sua intercessione, ricco di tanti guadagni che riporteranno le famiglie in una condizione di agiatezza spirituale, ad opera della serenità, concordia, accoglienza, perdono e servizio vicendevole.

Domani l’appuntamento è per i bambini e ragazzi, davanti all’edicola della Madonna dello stupore, a Pirrera alle 10. La Banca si aprirà per loro che parteciperanno delle entrate e degli interessi delle famiglie già iscritte ( e inizieranno il loro versamento giornaliero per i genitori). Avremo così una catena ininterrotta di versamenti e di guadagni ad altissimi interessi.

I bambini faranno il loro omaggio floreale e riceveranno la corona, il loro libretto di assegni. Si farà l’affidamento a Maria Madre dello stupore e in processione cantando e pregando ci si recherà alla Parrocchia, per partecipare alla Celebrazione Eucaristica.

Le suore daranno, a chi vuole fare parte di questa banca, la corona e la preghiera di affidamento.

Vorrei completare con le stesse parole di Madre Florenzia: Affidiamoci con fiducia a Maria, Lei può tutto!."

A  conclusione della S. Messa il parroco Mons. Gaetano Sardella ha letto la preghiera di affidamento che è stata distribuita insieme ad una coroncina a tutti i bambini, i loro genitori e quanti erano in chiesa. La preghiera recita:

"O Maria, Madre dello Stupore, ci rivolgiamo a Te ed invochiamo su di noi la tua materna Benedizione.

A Te, o Maria, che hai accolto il Signore della vita affidiamo le mamme, perché nell'accoglienza della vita, siano testimoni della fede e dell'amore.

A Te, affidiamo i bambini perché crescano come Gesù in età, sapienza e grazia.

A Te, Madre dello Stupore, affidiamo le famiglie, perché con il tuo aiuto, siano modello di preghiera, di amore, di laboriosità, e siano sempre aperte all'accoglienza ed alla solidarietà. Amen.

Ave Maria... ".