Le iniziative in programma

14 febbraio : Prima domenica di Quaresima

ACCOGLIERE

Ha inizio la Quaresima, porta d’ingresso al mistero pasquale ed invito ad un cammino di conversione sulle orme di Cristo. Tempo propizio per far nuovamente esperienza del patto di amore che Dio ha sancito con ognuno di noi. Tempo propizio per liberarci dai nostri idoli e per aderire a Dio con tutte le nostre forze. Oggi come ieri siamo tentati da Satana con l’attaccamento ai beni terreni, con il fascino della gloria, con la ricerca del potere. Solo uniti a Cristo potremo sconfiggere la tentazione e vivere l’Anno Santo della Misericordia nell’umile consapevolezza di aver bisogno di Dio.

La liturgia di mercoledì delle Ceneri

Inizia il tempo propizio per la nostra salvezza, tempo che ci invita ad accogliere il perdono di Dio e che ci rende capaci di convertirci a lui. La voce del Padre ci chiama a ritornare sulle sue vie e a camminare per i suoi sentieri attraverso la preghiera, il digiuno e l’elemosina che caratterizzeranno questo tempo di penitenza. Consapevoli del nostro peccato e del bisogno di essere redenti, chiediamo a Dio il dono di un cuore nuovo, docile allo Spirito. Un cuore di figli capace di amore e di perdono, testimone della salvezza avuta in dono da Dio.

Il mondo ha bisogno di un nuovo umanesimo e la Chiesa italiana si è messa in ricerca

Tutte le diocesi italiane dal 9 al 13 novembre scorso si sono date convegno a Firenze per il V° convegno ecclesiale – dal Concilio in qua se n’è tenuto uno ogni dieci anni – sul tema “In Cristo Gesù il nuovo umanesimo”. In particolare i delegati hanno affrontato cinque punti in cui il tema è stato scomposto: uscire, annunziare, abitare, educare, trasfigurare.

Ma certo l’input maggiore al convegno lo ha dato Papa Francesco nel suo discorso in Cattedrale la mattina del 10 novembre, di cui riportiamo l’”incipit”.

 “Nella cupola di questa bellissima Cattedrale – ha detto Papa Francesco -  è rappresentato il Giudizio universale. Al centro c’è Gesù, nostra luce. L’iscrizione che si legge all’apice dell’affresco è “Ecce Homo”. Guardando questa cupola siamo attratti verso l’alto, mentre contempliamo la trasformazione del Cristo giudicato da Pilato nel Cristo assiso sul trono del giudice. Un angelo gli porta la spada, ma Gesù non assume i simboli del giudizio, anzi solleva la mano destra mostrando i segni della passione, perché Lui ha «ha dato sé stesso in riscatto per tutti» (1 Tm 2,6). «Dio non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui» (Gv 3,17).

In festa per i 110 anni della fondazione del nostro Istituto

Le Suore Francescane dell'Immacolata Concezione di Lipari

in festa per il traguardo dei 110 anni dalla fondazione dell'Istituto ad opera di Madre Florenzia Profilio

INVITANO  TUTTI  a partecipare 

  • Sabato 31 ottobre, alle ore 17.30, nella Cappella delle Suore, Primi Vespri  della Solennità, presieduti da Mons. Giovanni Marra, con la partecipazione dei Parroci e la rappresentanza delle Confraternite, Associazioni e gruppi parrocchiali.

A seguire, nel salone dell'Istituto, dopo un breve intervento della Dott.sa Paola Paino, il Coro Polifonico S. Giorgio in S. Francesco di Paola diretto dal M° Giovanni Raddino  eseguirà brani scelti per l'occasione, in un Concerto affiancato dalle Arpiste Simona e Sabrina Palazzolo.

Un dolce finale!

  • Domenica, 1 novembre, Solennità di Tutti i Santi, in Cattedrale, alle ore 10.30, Celebrazione Eucaristica di ringraziamento.  Presiederà  Mons.  Giovanni Marra, concelebreranno tutti i Parroci con la presenza delle Autorità civili e militari, delle Confraternite, delle Associazioni,  gruppi parrocchiali e tanti amici.

      Al termine,  per l'occasione, il Signor Sindaco, conferirà all'Istituto la Cittadinanza onoraria ( in allegato il testo della determina sindacale).

Pagine